Home Idee ai fornelli Cucinare la pasta divinamente

Cucinare la pasta divinamente

di SecondChef
cucinare la pasta

Anche chi non è un asso ai fornelli, di sicuro sa cucinare un buon primo piatto di pasta al pomodoro! Ma anche il piatto più semplice nasconde sempre qualche insidia: qui troverete le risposte a tutte le vostre domande in fatto di pasta!

Quanta acqua serve per cuocere la pasta?

Almeno un litro per ogni 100 grammi di pasta, questa è la regola. Fanno però eccezione i formati maxi, tipo paccheri e bucatini per i quali meglio abbondare con l’acqua.

Quando si mette il sale?

La domanda che tutti si pongono: il sale nella pentola dell’acqua in quale momento va aggiunto? L’ideale è aggiungere il sale nel momento in cui l’acqua bolle. Se invece avete fretta aggiungete il sale appena ponete l’acqua sul fuoco, così bollirà prima. Non esagerate mai con il sale o rischierete di coprire il gusto del condimento.

Metto un filo d’olio nell’acqua di cottura?

Molti utilizzano questo rimedio della nonna per non stare lì girare la pasta ed evitare che si possa attaccare o spezzare. È un’idea simpatica ma non indispensabile, se però vi piace fatelo pure…funziona soprattutto con le paste lunghe e sottili come gli spaghetti.

Meglio conservare l’acqua di cottura?

È sempre bene conservarne un bicchiere prima di scolare la pasta per valutare se aggiungerne un po’ al condimento. È un trucco da chef che dà cremosità e consistenza perfetta al piatto!

Come mi regolo con la cottura?

La cottura è un aspetto fondamentale della preparazione. Anche un solo minuto in più del dovuto può rischiare di rovinare il piatto, quindi meglio leggere con attenzione il tempo di cottura sulla confezione della pasta (scegliendo in base alle proprie preferenze se “classica” o “al dente”) e poi mettere un timer sullo smartphone per evitare distrazioni!

E adesso che tutte le vostre domande hanno trovato risposta non vi resta che passare dalla teoria alla pratica!

TI POTREBBE PIACERE

Lascia un commento