Home Idee ai fornelli Ferragosto: storia, curiosità e menù

Ferragosto: storia, curiosità e menù

di SecondChef
ferragosto menù

Ferragosto è il cuore dell’estate, la festa più attesa e celebrata, ma pochi ne conoscono la vera origine, antichissima. L’origine del nome arriva dall’Antica Roma e deriva dal termine latino Feriae Augusti (le Ferie di Augusto). Erano un periodo di riposo e festeggiamenti tra le fatiche appena concluse dei raccolti e quelle della imminente vendemmia e semina. 

Duravano quasi l’intero mese di Agosto, durante il quale gli animali da tiro si riposavano e diventavano protagonisti di giochi e fiere. A quest’epoca risalgono la Giostra del Saracino o il Palio di Siena, proprio il 16 di Agosto.

Nel VII secolo la festa pagana si trasformo in celebrazione religiosa: la Chiesa cattolica spostò i festeggiamenti al 15 agosto, dedicando la giornata all’Assunzione di Maria: quel giorno segnava la morte e la rinascita della Vergine, che fu accolta in cielo, sia con l’anima che con il corpo.

Oggi durante il Ferragosto, sono moltissime le celebrazioni religiose, ma negli anni ’20 e ’30 si è creata forse la tradizione più duratura e di successo: la gita fuori porta e i fuochi d’artificio in spiaggia.

Spesso all’escursione si accompagna anche la Grigliata, ideale per stare in compagnia e all’aperto e mettere d’accordo tutti. Può essere di carne, di pesce o vegetariana. Se non hai il barbecue ma hai comunque voglia di seguire la tradizione, puoi provare la nostra Paillard di manzo con patate, inventata dall’omonimo Chef Paillard, è un piatto semplicissimo ma famoso in tutto il mondo per la sua bontà senza fronzoli.

Se invece vuoi ispirarti alle cucine regionali ecco un Menù completo per te:

Primo: Zitoni di Ferragosto, tipici della Costiera Amalfitana. Gli zitoni vengono spezzati con le mani prima della cottura: vengono poi conditi con un sugo di pomodori freschi, pomodori secchi e capperi. Nella sua versione “da gita” è prima ripassato in forno con mozzarella di bufala.

Secondo: Pollo in umido con peperoni, tipico di Roma e dintorni, in alternativa il Piccione Arrosto Toscano per un Menù davvero rustico-chic.

Dolce: viene dalla Sicilia il gelo di melone (o gelo di mellone come dicono a Palermo). Questo dessert al cucchiaio che viene fatto con succo d’anguria, zucchero e addensante. Il tocco extra, guarnirlo con scaglie di cioccolato fondente o pistacchio o chiodi di garofano.

Quali sono le tue Tradizioni di Ferragosto? Raccontacele nei commenti

TI POTREBBE PIACERE

Lascia un commento