Home Idee ai fornelli Come risparmiare energia elettrica: 7 consigli pratici per tutti i giorni!

Come risparmiare energia elettrica: 7 consigli pratici per tutti i giorni!

di SecondChef

La cucina è l’ambiente domestico più dispendioso della casa, in cui si concentrano la maggior parte degli elettrodomestici che utilizziamo. Pensiamo solo a forno a microonde e fornelli, frigorifero, lavastoviglie… per non parlare di bollitori, mixer multi lame a 8 velocità e le ormai famosissime friggitrici ad aria!

E il consumo di energia elettrica non fa che crescere e crescere, tanto quanto a crescere e lievitare è la bolletta di fine mese… Bisogna stare attenti allora! Fortunatamente con i giusti accorgimenti e piccoli gesti quotidiani è possibile risparmiare energia in cucina, e qualche cosa dal conto in banca.

Parola d’ordine? Ottimizzare. Vediamo insieme i trucchi per risparmiare energia in cucina con un occhio agli utensili e un’attenzione alle migliori tecniche di cottura

1. Cuocere la pasta a fiamma spenta

A proposito di fornelli, un trucco furbo per risparmiare energia in cucina è quello di cucinare la pasta con il fuoco spento. Potrebbe sembrare davvero curioso, eppure la “cottura passiva” è una tecnica che funziona molto bene soprattutto con alcuni formati specifici come spaghetti, farfalle e rigatoni. Ecco come permettere di risparmiare una buona quantità di gas: appena l’acqua comincia a bollire, butta la pasta, spegni la fiamma, copri con il coperchio e attendi il tempo riportato sulla confezione prima di scolare e servire.

2. Riciclare… l’acqua!

L’acqua della pasta scolta dopo la cottura può essere utile per varie attività:

a partire dalla cura della pelle del viso (grazie alla quantità di amido presente), fino alla coltivazione delle piante: naturalmente fatela raffreddare prima di versarla nei vasi o bollirete le vostre piantine in un attimo!

3. Sminuzza in pezzi più piccoli

Un altro barbatrucco per velocizzare le cotture è quello di tagliare gli ingredienti in pezzetti più piccoli. Che sia verdura, carne o pesce, se non avete necessità di impiattare in modo particolare, farli più piccoli consente di cucinarli in meno tempo e di portarli in tavola molto prima!

4. Utilizzare il forno, ma…

Durante la cottura in forno, non aprire mai lo sportello, altrimenti rischi di disperdere calore prezioso che l’elettrodomestico dovrà poi produrre ex novo. Inoltre a termine della cottura degli alimenti e possibile sfruttare il calore residuo.

5. I coperchi

Attenzione: in cucina i coperchi sulle pentole possono davvero aiutarci a risparmiare gas, basta usarli bene e usarli tanto. Una pentola piena d’acqua con il coperchio raggiungerà il bollore in molto meno tempo e anche la cottura in padella sarà più breve. In questo modo non sprecherai meno e consumerai meno gas.

6. Prolungare l’ammollo degli ingredienti secchi

I legumi secchi necessitano di lunghi tempi di cottura che, tradotto, significa un maggiore impiego di gas ed energia ma esiste un vantaggio! Prolungando i tempi di ammollo la cottura risulterà più veloce e la tua bolletta più leggera.

7. Prediligi l’uso del forno a microonde

Soprattutto quando devi scaldare piccole quantità di cibo e cerca di utilizzare le apparecchiature elettriche, sfruttando timer e dispositivi smart, con i quali è possibile programmare l’accensione e lo spegnimento, per essere sicuri che sia tutto spento quando si va a dormire.

Infine, preparare ricette veloci, o affidarsi a qualcuno che cucina per te, ma qualcuno di fidato come SecondChef!

Niente di più facile e veloce, basta ordinare sul sito e la box ti arriva a casa piena di piatti buonissimi e da rigenerare in un attimo!

Ricorda, ognuno di noi può fare la differenza e, nel proprio piccolo, limitare i consumi e gli sprechi, a partire dalle nostre mura di casa e dalle nostre cucine. 

TI POTREBBE PIACERE

Lascia un commento